KAOTICIAKI’

KAOTICIAKI’

Reading Teatrale

 

La memoria come evento interpsichico

KAOTICIAKI’ è un reading teatrale tratto dal bellissimo e toccante libro “Una gallina di nome Francesca”.  I testi sono stati scritti dagli ospiti della Comunità KAOS e raccolti da Amedeo Pompili e Raffaella Zampino – esperti in metodologie autobiografiche della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari.  KAOS è un Centro semiresidenziale del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL 2 dell’Umbria, e accoglie persone in cura per disagio mentale grave.

Per me scrivere è come essere un te uguale a me.
È come chi è stato sempre in giro. È come se c’è sempre qualcosa di importante da conoscere.
Scrivere è come se ci fosse un Dio a servirmi.
Un Dio in me a salvarmi.
Così è per me.
Come chi torna di notte a cavallo.
Così è per me quello che voglio scrivere.
Così è per me quello che non voglio scrivere.
Scrivere è quello che non ho visto
Quello che non significa niente in sé e per sé, ma dice e ognuno sa.
Ovunque scrivo, ovunque c’è Dio e ci sono io.
Scrivere. Così è per me.
                                                                                                 M.

Con:  Gianluca Iadecola (voce), Lorenzo Capolsini (percussioni, chitarra, etc.)

Durata: 1 h

SCHEDA TECNICA

Se la sala contiene fino a 40 spettatori lo spettacolo viene realizzato unplugget. In tal caso non abbiamo esigenze tecniche audio.

Per capienze maggiori questa la Scheda Tecnica minima richiesta agli Organizzatori:

AUDIO

1 radio-microfono a capsula o ad archetto

4 microfoni a filo

4 aste microfoniche

1 mixer

1 cassa spia

casse pre-amplificate  di potenza adeguata allo spazio

cavetteria

LUCI

1 mixer luci

4 par colorati

4 proiettori 1000W

In spazi non teatrali, concordiamo il set luci previo sopralluogo.

 

Commenti chiusi